Finale FEI Nations Cup™: l’Italia ai piedi del podio a Barcellona

07 ottobre 2018 #news

Salto ostacoli: Oggi stavamo per vincere. Ci è mancato veramente poco. Purtroppo, ma fa parte del gioco, siamo arrivati quarti alla Finale mondiale di Coppa delle Nazioni 2018.


Il Real Polo Club di Barcellona, è stato il palcoscenico di una bellissima Finale dove il risultato è stato incerto fino alla fine del percorso dell’ultimo binomio in campo, il nostro Lorenzo De Luca, tra l’altro. Il risultato nella classifica definitiva vede la vittoria del Belgio, che ha chiuso la sua finalissima con 12 penalità, la Piazza d’Onore è andata alla Francia con 16 in 223.69 secondi totali e, a chiudere il podio, l’Irlanda con 16 penalità e 231.13 secondi. Il tricolore ha terminato proprio sotto il vertice, in quarta posizione, con 16 penalità in 232.89 secondi. Classifica: clicca qui

Dopo le 8 penalità di Luca Marziani e Tokyo du Soleil, il netto di Riccardo Pisani e Chaclot, migliore in campo, i due errori di Bruno Chimirri e Tower Mouche, tutto è finito sulle spalle di Lorenzo De Luca e Ensor de Litrange che hanno chiuso con 8 pen. nella parte finale del percorso, portando così il team a 16 totali, a parità con Francia e Irlanda; al resto ha pensato il cronometro.

Avremmo potuto vincere con uno 0, avremmo potuto giocarci tutto al barrage con un 4, ma lo sport non si vive con i "se" e con i "ma" e il risultato del Team Italia è stato comunque grandioso. Siamo la quarta nazione nella classifica finale del circuito e non è poco considerando che il Belgio ha chiuso la stagione al comando del circuito e che, in ogni caso, è un riscatto evidente dopo il risultato negativo ottenuto ai World Equestrian Games di Tryon e dal ripescaccio che ci ha permesso di partecipare a questa Finale. Questo quarto posto è un punto da cui ripartire con fiducia in vista degli Europei e della finale di Coppa delle Nazioni del prossimo anno, due eventi che rappresentano la speranza per l’Italia di qualificarsi alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Va evidenziato che sono arrivati anche podi individuali per l'Italia durante questo weekend: questa mattina, sempre nell’arena del Real Polo Club di Barcellona, si è disputato il Caixabank Trophy da 1.45m dove l’amazzone azzurra Giulia Martinengo Marquet con la divisa dell’Aeronautica Militare ha ottenuto in sella a Elzas con 0/0 in 53.22 un ottimo 3° posto alle spalle dei due olandesi Frank Schuttert, che ha firmato la vittoria con un doppio zero in 51.67, e Maikel van der Vleuten secondo con 0/0 in 52.55’’. Classifica: clicca qui

Oltre ai nostri atleti impegnati a Barcellona è stata numerosa la rappresentativa italiana nei campi internazionali europei in questo fine settimana. A spiccare in particolar modo è il secondo posto di Antonio Alfonso nel Grand Prix del CSI3* di Vilamoura. Nella gara a barrage da 1.50m il cavaliere azzurro in sella alla femmina di nove anni Dream Van Generhese ha terminato senza errori nel tempo di 39.78 secondi guadagnandosi così il secondo posto nella gara più importante del concorso ippico internazionale. A vincere il Gran Premio è stata l’inglese Emma Stoker con Townhead Tallulah V, 38.83 il loro tempo. Alle spalle di Antonio Alfonso, l’irlandese Michael Pender con Casanova Van Overis Z che hanno terminato la loro seconda parte di gara in 39.96’’. Classifica: clicca qui

Ieri, invece, al CSI2* di Riesenbeck, Michael Cristofoletti in sella a Sig Debalia ha vinto il premio n.7 a fasi da 1.45 con una seconda fase priva di penalità nel tempo di 30.58. Alle sue spalle, con una distanza di pochi centesimi di secondo, Ludger Beerbaum con Cool Down 7 (0/0 in 30.97) e, infine, al terzo posto Katrin Eckermann con F.C. Okarla (0/0 in 31.33). Classifica: clicca qui

©Diana Migliaccio - riproduzione riservata; in copertina foto archivio Riccardo Pisani & Clachot repost via instagram © Riccardo Pisani / Silvia Bazzani

Condividi:





error: © CavalDonato Communication. All right reserved.