Alla Germania il titolo a squadre del dressage ai FEI World Equestrian Games™ 2018

14 settembre 2018 #news

Alla squadra tedesca, rappresentata da Jessica von Bredow-Werndl in sella a TSF Dalera BB, Dorothee Schneider con Sammy Davis Jr., Sönke Rothenberger su Cosmo e Isabell Werth in sella Bella Rose, è andato il titolo a squadre del dressage ai FEI World Equestrian Games ™ 2018 a Tryon (USA), vittoria meritata grazie ad un punteggio complessivo di 242.950. Medaglia d'argento per la squadra degli Stati Uniti, che hanno chiuso con 233.136. Bronzo per la Gran Bretagna (total score 229,628), dopo un testa a testa avvincente con il team svedese, sconfitto per 0.172 punti. Team Results: clicca qui


La tedesca Isabell Werth ha vinto più medaglie di qualsiasi altro atleta nello sport equestre, ma il successo di oggi con la sua amata quattordicenne Bella Rose, che stava già salendo ai massimi livelli prima di subire un infortunio nel 2014 che l'ha messa fuori combattimento per più di tre anni, è stato ovviamente qualcosa di molto speciale per lei. In lacrime dopo aver letto il meraviglioso punteggio percentuale di 84.829%, la sei volte medaglia d'oro olimpica, vincitrice anche delle gare a squadre al FEI World Equestrian Games a L'Aia (NED) nel 1994, Roma (ITA) nel 1998, Aquisgrana (GER) nel 2006 e Caen (FRA) nel 2014, ha dichiarato in Conferenza Stampa:
"La maggior parte della gente sa che il mio cuore è molto vicino a questa cavalla. Lei è un dono, l'ho visto quando l'ho incontrata per la prima volta a tre anni e non l'ha mai perso. La sua leggerezza, la sua eleganza, la sua precisione, il suo essere piena di forza ed energia ed energia, il più grande piacere è lavorare con lei!" - Isabell Werth (GER).

Molto soddisfatto anche uno dei compagni di squadra della Werth, Sönke Rothenberger, che ha terminato con l'ottimo punteggio percentuale di 81.444 in sella al Kwpn undicenne Cosmo. "Mi ha dato così tanto nell'ultimo trotto allungato, non credo ci siano molti cavalli che danno così tanto, mi è sembrato tutto molto facile e questo è quello che dovrebbe riguardare la disciplina del dressage", ha detto.

Due binomi hanno rappresentato l’Italia a titolo individuale in queste prime due giornate di WEG per la disciplina del dressage - categorie Grand Prix: al debutto al Mondiale Pierluigi Sangiorgi con Gelo delle Schiave (Prop. Stefano Brecciaroli), ha terminato con lo score di 63,292% e la 69^ posizione; a Riccardo Sanavio con Glock’s Federleicht (Prop. Gaston Glock) il migliore piazzamento, al 34esimo posto con la percentuale del 69.658%, purtroppo solo ad un passo dal Gran Prix Special riservato ai 30 migliori binomi della prima tornata di gara.Rothenberger, il cui padre, Sven, era anche in quella vittoriosa parte tedesca nel 1990, fu contento del suo punteggio di 81.444 con Cosmo. "Mi ha dato così tanto nell'ultimo trotto prolungato, non penso che ci siano troppi cavalli che danno così tanto e mi è sembrato molto facile per me e questo è quello che riguarda il dressage", ha detto.

© Redaz.; Riproduzione riservata; fonte principale Louise Parkes / Press FEI; in copertina giro d'onore della squadra tedesca vincitrice; foto © Photo FEI/Liz Gregg

Condividi:





error: © CavalDonato Communication. All right reserved.