Top Jumping Horses: Explosion W

09 settembre 2018 #topjumpinghorses

Nove anni, sauro, KWPN. Explosion W è il cavallo che ieri ha permesso al britannico Ben Maher, non solo di vincere il Longines Global Champions Tour Grand Prix di Roma (classifica: clicca qui), ma l’intero circuito individuale nella sua edizione 2018 (clicca qui).


Ben Maher & Explosion W winner LGCT Roma 2018 - foto S.Grasso

Genealogia completa - clicca sulla foto per ingrandire

Da Chacco-Blue x Baloubet Du Rouet, questo castrone olandese è impegnato nelle gare internazionali dal 2016. 72 le sue partecipazioni totali di cui 29 solamente nel 2018, anno della rivelazione con ben 5 vittorie ottenute dall’inizio della stagione.

Explosion W - foto S.Grasso

Explosion ha esordito nelle gare internazionali nel concorso riservato ai cavalli giovani, CIYH1*, nel luglio 2016 sotto la sella di Ben Maher che si è piazzato con lui al 6° posto nella 140-145 della domenica. La settimana successiva, nella stessa tipologia di concorso sempre a Knokke, passa tra mani e gambe dell’amazzone statunitense Carly Anthony. Con lei Explosion W ottiene la sua prima vittoria nel CSIYH1* di Auvers il 24 agosto 2016 nella 130 a tabella A, risultato che viene replicato anche due giorni dopo nella 135. A fine settembre, nel CSIYH1* di Vilamoura, Explosion torna per due giorni agli ordini di Ben Maher che lo porta a vincere la 135-140 a fasi del sabato e alla piazza d’onore, nella stessa categoria, la domenica.

Explosion W & Ben Maher

Il 2017 per il sauro inizia a Wellington in Florida nel CSI3*, sotto la sella di Ben Maher con cui a maggio, nel CSI2* di Valkenswaard, esordisce nel suo primo Gran Premio (1.45m) in cui, tuttavia, non ottiene risultati importanti.
Nell’estate 2017, dopo una piccola parentesi con Daniel Zatterman, Explosion passa all’amazzone inglese Emily Mason: con lei il 20 gennaio 2018 ottiene il primo podio in un Gran Premio, nello specifico terza posizione nel GP del CSI2* di Wellington, una categoria di 1.45m a tabella A. Un mese di distanza il binomio ottiene anche la prima posizione, sempre nell’impianto del Palm Beach International Equestrian Centre, nella Coppa delle Nazioni da 1.50m (CSIO4*).

Lo scorso aprile Explosion è tornato sotto la sella di Ben Maher durante la tappa del Longines Global Champions Tour di Shangai. Primo posto nel primo round della Global Champions League, sesto posto nel secondo round e secondo gradino del podio nel Gran Premio. Risultati pazzeschi che vengono migliorati nella tappa successiva del LGCT, quella di Madrid, in cui il binomio vince il secondo round della GCL e il Gran Premio. Un’ascesa che continua con numerosi piazzamenti anche nella tappa di Parigi (4° in GP), in quella di Chantilly (5° nel Gran Premio) e il quella di Londra (4° posto in Gran Premio).
Una serie di prestazioni incredibili che hanno portato il cavaliere inglese al primo posto provvisorio della classifica generale del circuito. Primo posto che ieri, con la vittoria del Gran Premio della tappa romana, è diventato definitivo consacrando Ben Maher sovrano del Longines Global Champions Tour 2018 ancor prima della finale di Doha.
Vicini e poi lontani per diverse volte nell’arco di questi due anni, i risultati ottenuti nella prima parte di questa stagione dimostrano che il feeling tra Explosion W e Ben Maher è sicuramente qualcosa di straordinario.

© Diana Migliaccio - riproduzione riservata; tutte le foto Explosion W & showjumper Ben Maher © Stefano Grasso / LGCT Rome 2018

Condividi:





error: © CavalDonato Communication. All right reserved.