Novità per le ASD sulle pensioni dei cavalli iscritti alla FISE

01° agosto 2018 #news

La Federazione Italiana Sport Equestri ha reso nota oggi un'importante risposta, giunta dall'Agenzia delle Entrate, per tutte le Associazioni Sportive Dilettantistiche affiliate. Il quesito, al quale risponde la Circolare n. 18, sollevato dalla FISE nell’ambito del tavolo tecnico tra la stessa Agenzia e il Comitato Olimpico Nazionale, riguarda il fatto che le pensioni dei cavalli iscritti ai ruoli Federali sono considerabili attività istituzionali della FISE stessa. Con le parole dell’Agenzia delle Entrate:


“Cosa verificare nei casi di custodia di attrezzature o animali - Fermo restando la necessità di una valutazione caso per caso del contenuto degli accordi tra l’associazione sportiva e l’associato/socio o il tesserato, per l’Agenzia la custodia di attrezzature o il ricovero di animali svolti dall’associazione o dalla società sportiva dilettantistica senza fini di lucro (il tipico esempio è quello dei cavalli negli sport equestri) possono essere considerati attività rientranti tra quelle rese in diretta attuazione degli scopi istituzionali (e quindi agevolabili ai sensi dell’articolo 148, comma 3, del Tuir) a condizione che vi sia l’effettivo utilizzo dell’attrezzatura, del bene o dell’animale nella pratica sportiva dilettantistica nonché la loro identificazione come idonei alla pratica sportiva da parte della Federazione Sportiva Nazionale di appartenenza. Nel caso degli sport equestri, ad esempio, i cavalli utilizzati a fini sportivi sono regolarmente tesserati presso la Federazione Italiana Sport Equestri (Fise)”.

“Questa circolare – ha dichiarato il Presidente Federale Marco Di Paola – rappresenta il primo gradino di un nostro impegno per una chiarezza nei rapporti con l’Agenzia delle Entrate in occasione di eventuali accertamenti. Il nostro movimento è formato da persone oneste che chiedono solo chiarezza di regole per sapere come comportarsi. Voglio rivolgere un sentito ringraziamento a tutti i componenti del tavolo tecnico per aver ascoltato le richieste della nostra Federazione e avere chiarito finalmente una situazione che ha creato negli anni diversi problemi ai nostri enti affiliati”.

 A questo link è consultabile il testo completo del Comunicato Stampa emesso dall’Agenzia delle Entrate.

© Redaz.; riproduzione riservata; fonte: FISE; foto: © Archivio EqIn

Condividi:





error: © CavalDonato Communication. All right reserved.