Arrivano in Italia i seminari per la formazione del BitFit Consultant

11 luglio 2018 #news

Un nuovo corso di specializzazione connesso ai cavalli è in arrivo anche in Italia, e riguarda la creazione di figure professionali chiamate BitFit Consultant, il cui obiettivo è uno solo, trovare l'imboccatura più adatta e confortevole per il cavallo, in funzione della mano del suo cavaliere.


L'appuntamento con il primo seminario, organizzato da The Art of Riding (Simone Elzinga), è per il 29 settembre prossimo, presso le Scuderie della Malaspina (Ornago - MI) con Natascha van Eijk, esperta consulente internazionale di Bitfit (adattamento dell’ imboccatura), osteopata equina.

Per maggiori informazioni: www.icpbc.com 

Avevamo in precedenza già dedicato un approfondimento alla pratica del bit fitting , il cui fulcro è tutto sul comfort e il benessere del cavallo - non solo sulle esigenze di sicurezza e controllo - sensibilità che oggi fortunatamente va acquisendo sempre maggiore importanza per molti cavalieri, più attenti alle specifiche esigenze del proprio compagno. In effetti, se alcuni cavalli si limitano a soffrire in silenzio, altri possono alla lunga avere delle reazioni anche pericolose di fronte al dolore causato da un certo tipo di imboccatura (magari perché semplicemente non adatta per quel soggetto con quel cavaliere), o da un utilizzo inadeguato della stessa. Lesioni e racconti di "problemi di bocca" purtroppo non mancano mai nel mondo equestre.

Molti parametri sono importanti per il bit fitting: la bocca del cavallo, la sua anatomia, i suoi eventuali problemi di salute, l'età, il suo livello, la disciplina praticata, il tipo di materiale dell'imboccatura e, last but not least, la mano del suo cavaliere. Durante una sessione di analisi, che ovviamente si svolge mentre il binomio è al lavoro, tutti questi fattori sono presi in considerazione dal bit fitter (ossia dallo specialista in bit fitting), su più livelli di interazione dell'uno con l'altro. Tutto può avere un'importanza decisiva; il lavoro dello specialista è quello di proporre una soluzione specifica e adattata per ogni cavallo, in funzione della sua morfologia e sensibilità. Molti cavalieri decidono di rivolgersi ad un bit fitter - che di solito ha competenze veterinarie e in particolare dentistiche - soprattutto a fronte di problemi specifici (lingua che fuoriesce dalla bocca penzolando durante il lavoro, scavalcamenti del cannone, lesioni in bocca, resistenze e difese varie). Attenzione però, qualsivoglia bit fitter lo sosterrà con decisione: anche l'imboccatura o l'hackamore meglio adattati e personalizzati al cavallo non sostituiranno né compenseranno mai la buona mano del cavaliere, che auspicabilmente non dovrebbe mai dimenticare l'obiettivo della buona equitazione: correttezza, precisione, finezza degli aiuti per una proficua collaborazione con il cavallo. Nella scelta della giusta imboccatura, l'aiuto del proprio istruttore e del medico dentista sono ovviamente caldamente consigliabili.

© Redaz.; Riproduzione riservata;

Condividi:





error: © CavalDonato Communication. All right reserved.