Oggi s’inaugura il Master Universitario di I Livello in Cultura, Tradizione e Innovazione nella Gestione del Cavallo Sportivo

10 luglio 2018 #news

Oggi pomeriggio a Roma, presso la Scuola dello Sport – Largo Giulio Onesti 1, si sta svolgendo la lezione inaugurale del Master Universitario di I Livello in Cultura, Tradizione e Innovazione nella Gestione del Cavallo Sportivo, coordinato da Nicola Lacetera, professore ordinario della Università della Tuscia. Il corso inizierà il prossimo 10 settembre e avrà come sede il Centro Equestre Ranieri di Campello ai Pratoni del Vivaro, Rocca di Papa (RM), con durata di dieci mesi. Prevista la frequenza delle lezioni del Master Universitario, conformemente al programma previsto dall’Università e con la periodicità prevista, a cui si aggiungeranno le lezioni del corso istruttori e la pratica di scuderia e a cavallo.


L’iniziativa, unica nel suo genere in Italia, nasce dalla fattiva collaborazione tra l’Università della Tuscia di Viterbo, la FISE e l’Accademia Caprilli, non a caso parte proprio nell’anno in cui si festeggiano i 150 anni dalla nascita di Federico Caprilli, il “Magister-Equitum” delle moderne discipline sportive di campagna e su ostacoli, che è stato l’inventore del sistema-naturale di equitazione, universalmente definito sistema italiano.

Oltre all'intervento odierno del professor Lacetera, che illustrerà le motivazioni che hanno spinto l’Università della Tuscia a dare il via a questo importante percorso di fusione tra cultura, storia e sport equestri, vi sarà anche l'importante contributo del professor Mario Gennero, che si soffermerà in particolare sulla storia della scuola militare di equitazione di Pinerolo (TO) e della figura del capitano Caprilli, che la rese famosa in tutto il mondo. A conclusione della giornata inaugurale del Master la parola andrà all’ingegner Mauro Checcoli, cavaliere olimpionico nella disciplina del concorso completo, vice-presidente della Accademia Caprilli dei Pratoni del Vivaro, l’associazione che ha avuto un ruolo determinante nella realizzazione del progetto.

Grazie ad iniziative come questa gli sport equestri saldano il profondo legame con la storia e la cultura del nostro Paese, di cui sono stati parte attiva, e assumono nuova importanza. Si delineano infatti d’ora in avanti figure professionali d’eccellenza sia in sede universitaria, sia in sede sportiva grazie alla parallela attivazione del 1° Corso sperimentale per Istruttori Federali FISE in Organizzazione e Programmazione, complementare al Master Universitario di I Livello.

©Redaz.; - riproduzione riservata - fonte: FISE; foto in copertina: "A cantering horse and rider" di Eadweard Muy Credit © Wellcome Library, London. Wellcome Images wellcomeimages.org

 

Condividi:





error: © CavalDonato Communication. All right reserved.