Top Jumping Horses: Tower Mouche

20 aprile 2018 #topjumpinghorses

Baio, undici anni, stallone. Stiamo parlando del Selle Française Tower Mouche, da Diamant De Semilly x Bleu Blanc Rouge II (fattrice: Inedy Mouche).



Un cavallo che, nel corso della sua carriera, ha regalato all'Italia, sotto la sella del Carabiniere Bruno Chimirri, grandi soddisfazioni. La loro storia, sulla base dei risultati internazionali presenti nel database FEI, inizia nel lontano 2013 con la prima 120 a marzo nella tappa del Toscana Tour di Arezzo nell'ambito del CSIYH1*. Non un risultato eccellente, il binomio arrivò 61esimo, riscattandosi subito dopo, nello stesso giorno, con un 5° posto nella 135 a tabella A. Un bel risultato per Tower Mouche, all'epoca di soli 5 anni.


Le prime vittorie non tardano ad arrivare. Qualche mese dopo, a novembre, al CSIYH1* di Tortona Bruno Chimirri e il suo stallone conquistano il primo posto nella 130 tabella A del venerdì. Risultati in generale ottimi nel circuito riservato ai giovani cavalli dove il baio ha ottenuto numerose vittorie e piazzamenti.


A un anno esatto dalla vittoria di Tortona, Tower Mouche nello stesso campo conquista anche, per la prima volta, il miglior risultato in un CSI2*nella 135 a tabella A.
Un binomio veramente promettente che nel 2015, il 7 maggio 2015, ha fatto il suo esordio nella tappa di Coppa delle Nazioni a Linz-Ebelsberg in Europe Division 2 e, meno di venti giorni dopo, conquista il pass per l'ambitissimo ovale di Piazza di Siena durante lo CSIO di Roma valido per l'Europe Division 1. A giugno trasferta, ancora in una tappa di Circuito di Coppa, questa volta a San Gallo.
Un anno dopo, a giungo 2016, Chimirri e Tower Mouche arrivano sul primo gradino del podio nella 150 Accumulator dello CSIO5* di Sopot, tappa di Coppa delle Nazioni dell'Europe Division 2, concorso in cui, per la prima volta Chimirri entra a far parte della squadra azzura in campo per la vera e propria Coppa delle Nazioni.

Bruno Chimirri e Tower Mouche sono entrati nella storia lo scorso anno, il 26 maggio 2017 quando, insieme agli altri componenti della squadra italiana, hanno conquistato la vittoria in Coppa delle Nazioni allo CSIO di Roma Piazza di Siena per l'Europe Division 1 (foto in copertina dell'articolo).


La loro stagione 2018 è iniziata nel migliore dei modi con la vittoria, il 18 marzo scorso, nel Grand Prix del CSI3* di Arezzo, Toscana Tour, vittoria che si è ripetuta lo scorso 4 aprile nel Grand Prix a due round del CSI4* ancora ad Arezzo nel Toscana Tour.
Un curriculum eccezionale, 141 partecipazioni a concorsi internazionali, 30 volte in team e 6 in tappe di Coppa del Mondo. Con una percentuale di vincita pari al 8-10%, questo binomio è sicuramente una punta d'eccellenza per la prima squadra azzurra.

© Diana Migliaccio - riproduzione riservata; tutte le foto Chimirri e Tower Mouche © A. Benna / EqIn

Condividi:





error: © CavalDonato Communication. All right reserved.