Che significato ha “la scala del training”? | Secondo Vedani (audio)

30 marzo 2018 | Secondo Vedani (Audio)

clicca qui sotto per ascoltare:

Hai delle domande da rivolgere a Vedani? Ci sono delle problematiche che ti piacerebbe esplorasse nelle prossime puntate? Non sei d'accordo e vuoi dire la tua? Contattaci - clicca qui. Ti chiameremo e inoltreremo le tue osservazioni a Francesco, che è sempre a disposizione per confrontarsi.

Secondo Vedani è una nuova rubrica in "Equestrian Insights", che vi presentiamo con una veste differente: sarà infatti sempre possibile ascoltare direttamente la voce di Francesco Vedani di Ars Equitandi! Le motivazioni che ci hanno spinto a scegliere questa modalità sono sia di ordine pratico, sia di ordine comunicativo: se infatti, da un lato, i numerosi impegni del trainer di fatto gli impediscono di mettersi a tavolino per scrivere con regolarità riflessioni e quesiti da condividere con il pubblico (pur avvertendone profondamente il desiderio), dall'altro lato chi lo conosce bene sa anche che tra i molti talenti di Francesco vi è anche quello di essere uno show man: la sua voce nella comunicazione è un aspetto importantissimo della sua personalità complessa e carismatica. Dunque, perché privarci di questo talento?

Il lavoro che Francesco svolge con la sua Accademia Ars Equitandi (che esercita presso le Scuderie il Poggio di Fagnano Olona – VA, con la fondamentale collaborazione di Giulia Barberis e Gaia Ondei) ci interessa perché porta con sé un obiettivo più alto e prezioso rispetto ad un semplice lavoro di stages: Vedani ha infatti finora dimostrato di essere diversamente capace di lavorare con cavalli e cavalieri soprattutto affinando in quest’ultimi una nuova sensibilità, quella rivolta ad un’equitazione più armoniosa e rispettosa del cavallo, in risposta ad un crescente e sempre più diffuso desiderio tra coloro che montano a cavallo: quello di approfondire le loro conoscenze nell’ambito della cultura equestre. Il fulcro dell’attività di Francesco e del suo insegnamento è ispirato infatti ad un ideale classico di leggerezza e si rivolge non solo alla riabilitazione e al riaddestramento di cavalli problematici, ma anche, in generale, al miglioramento del lavoro quotidiano del binomio con cavalli già avviati nelle attività e nelle competizioni agonistiche. 

Leggi l'intervista a Francesco Vedani: clicca qui

© Francesco Vedani per Equestrian Insights - riproduzione riservata; foto di copertina : © Ars Equitandi

Condividi:



error: © CavalDonato Communication. All right reserved.