Top Jumping Horses: Fair Light van T Heike

29 marzo 2018 #topjumpinghorses

Saura, classe 2005, BWP. Fair Light van T Heike una potenza esemplare, una grande testa e un curriculum eccezionale. Questa “prima donna”, come l'ha definita Alberto Zorzi in diverse occasioni, rappresenta un vero e proprio punto di svolta per la carriera del cavaliere italiano. Un'intesa straordinaria, un legame tecnico e affettivo raro che ha portato il binomio a ottenere grandi risultati nelle gare più importanti a livello mondiale.

Da Vigo D'Arsouilles, stallone che ha permesso al cavaliere belga Philippe Le Jeune di ottenere il titolo di campione del mondo nel 2010 ai WEG di Lexington, e da Volympia Van 'T Heike, figlia di Darco, Fair Light ha inaugurato la sua carriera internazionale sotto la sella di Nick Vrins a Lanaken, nella finale del circuito sei anni, nel lontano 2011. A gennaio 2013 la saura è passata sotto la sella di Edwina Tops-Alexander conquistando subito un quinto posto nel CSIYH1* di Lipsia in una 145 a tabella A. Il primo Gran Premio da 1,60m della cavalla olandese risale al 18 dicembre dello stesso anno nella tappa di Coppa del Mondo di Londra, gara in cui Edwina e Fair Light si classificano al 18° posto. Nonostante gli ottimi risultati ottenuti sotto la sella dell'amazzone australiana, la vera evoluzione di questa cavalla è avvenuta con il Caporal Maggiore Alberto Zorzi.

I destini di Fair Light van T'Heike e Alberto Zorzi si incontrano nel 2015. Il loro debutto è stato in una 135 a fasi nel 3* di Kapellen. Il 26 settembre dello stesso anno arriva la prima vittoria del binomio nel Grand Prix da 1,45m del CSI2* di Bonheiden. L'elenco di successi per il binomio continua con il primo gradino del podio ad aprile 2016 nel Grand Prix (1,50m) del CSI3* di Eschweiler. Nell'agosto stesso anno il primo piazzamento in un CSI5*, precisamente nel Grand Prix 1,60m della tappa del Longines Global Champions Tour di Valkenswaard a due round, in cui i due atleti hanno ottenuto il terzo gradino del podio. A dicembre 2016 Piazza d'Onore nel Gran Premio di Coppa del Mondo a La Coruňa.

A maggio dello scorso anno Alberto Zorzi e Fair Light van T'Heike sono stati incoronati, insieme agli altri membri del Team Italy, Re di Roma grazie alla meravigliosa e indimenticabile vittoria in Coppa delle Nazioni durante l'85° edizione dello CSIO di Roma Piazza di Siena. Una gara impressionante, le aspettative altissime sul binomio sono state assolutamente ripagate con una performance che ha avuto veramente dell'incredibile. Alberto Zorzi e Fair Light, nelle due manches della gara, hanno portato a termine un'impresa epica, quasi impossibile: il binomio ha chiuso i due percorsi nello stesso identico tempo spaccato al centesimo. 75,13 nella prima manche, 75,13 nella seconda. Un risultato che è passato inizialmente inosservato non essendo il cronometro fondamentale in Coppa delle Nazioni ma che la dice lunga sulla maestria di Zorzi e sull'affiatamento tecnico presente tra lui e la saura. Un'intesa che li ha portati a conquistare anche la Piazza d'Onore del prestigioso Gran Premio Città di Roma della domenica dove hanno sfiorato la vittoria, sfumata per un errore sull'ultimo verticale. Un rischio calcolato, infatti, quel verticale, o meglio quell'avvicinamento era un vero e proprio aut-aut tra vittoria e secondo posto, Zorzi ha puntato su un all-in che purtroppo non è andato a buon fine.

Secondo posto per i due anche nel Gran Premio di Coppa del Mondo a Verona lo scorso ottobre.

Fair Light van T'Heike è una cavalla dalla bravura indiscutibile. 270 partenze dal 2011 con un picco di 56 nel 2014. 53 gare disputate nelle tappe Coppa del Mondo, 14 partecipazioni in team e 80 in concorsi internazionali a 5*. Forza, rispetto e grinta sono i punti forti di questa cavalla. Come ha dichiarato Zorzi in un'intervista al “Il Tempo”: “Come per le persone, anche i cavalli chiedono un rapporto di rispetto con il loro cavaliere. Il minimo che si possa fare è capirli e in cambio ti danno tutto” e senza ombra di dubbio il Caporal Maggiore la interpreta divinamente.

© Diana Migliaccio - riproduzione riservata; foto Zorzi e Fair Light © A. Benna / EqIn

 

Condividi:



error: © CavalDonato Communication. All right reserved.