La rivoluzione francese per la sicurezza di cavallo e cavaliere: in arrivo EquiSure™

25 ottobre 2017 #focus

Sarà al CES di Las Vegas (Nevada, U.S.A.), la riunione annuale di start-up e PMI innovative in tutto il mondo, ad essere lanciato un nuovo promettente sistema di sicurezza per cavallo e cavaliere in caso di caduta durante passeggiate, trekking o allenamenti all'esterno delle strutture di maneggio.
L'evento, autentico trampolino di lancio del sistema di sicurezza negli Stati Uniti e in tutto il pianeta, si terrà dal 9 al 12 gennaio 2018 proprio nella capitale americana del gioco d’azzardo. La notizia ci giunge dalla Francia, nazione di antica tradizione equestre, dove c’è qualcuno che è riuscito a porre la tecnologia a servizio dello sport che amiamo. Parliamo della francese IMinnov, una delle aziende selezionate nel 2018 a presentare il suo prodotto EquiSure ™, il primo ed innovativo sistema di allarme "in collegamento" per i cavalieri e i cavalli, nel corso di questa fiera che riunisce ogni anno più di 170.000 visitatori e 3.870 espositori.

Il progetto, al quale partecipano anche altre due aziende d’oltralpe, l’HIPPOLIA, polo che promuove la collaborazione tra aziende, organizzazioni di ricerca e centri di formazione per portare avanti progetti innovativi che porteranno a nuovi prodotti, nonché la French Tech che tradizionalmente supporta le start-up che operano su territorio francese o all’estero, sbarcherà quindi negli States per invadere in un secondo tempo il mercato europeo?
Per saperne di più Equestrian Insights ha contattato Catherine Chaventre, co-fondatrice insieme a Christophe Le Camus, ingegnere ed appassionato di sport all’aria aperta, della IMnnov, della quale è anche direttore generale.
Vale la pena raccontare qualcosa su Catherine, amazzone di tutto rispetto con più di 40 anni di esperienza di cui 20 da professionista, con dei trascorsi eccellenti come groom di importanti cavalieri internazionali come Nelson Pessoa ed Eric Levallois.
Ma in cosa consiste questo oscuro oggetto della sicurezza? Il sistema in sé non è particolarmente complicato, trattasi di due apparecchi dalle dimensioni contenute e molto leggeri che funzionano “in paring” sfruttando una tecnologia senza cavi (Bluetooth).

I due apparecchi prima di essere posti in sede

Vengono installati uno sul cap e l’altro sulla testiera del cavallo, all’altezza della testa:

Un apparecchio viene fissato al cap tramite l'apposito sistema di ancoraggio

L'altro apparecchio viene fissato alla testiera del cavallo

La strumentazione è molto sofisticata ed è tarata in maniera da evitare falsi allarmi viste le sollecitazioni importanti che lo sport equestre comporta. E' sufficiente premere il tasto di accensione e i due dispositivi entrano in collegamento fra loro. In caso di incidente (la caduta da cavallo comporta ovviamente una fisica separazione fra cavaliere ed equide nella maggior parte dei casi o comunque un movimento tale da comportare una “reazione” ai due apparecchi) l’anomalia comunicata attraverso il segnale fa scattare immediatamente l’allarme. Il sistema infatti è intelligente e non contempla azioni da parte del cavaliere (ipotizzando quindi una situazione di perdita di coscienza del medesimo o comunque un’invalidità importante seppur momentanea) e sarà infatti una telefonata a partire in automatico ad un numero di cellulare appartenente ad una persona considerabile di supporto (un parente, un conoscente oppure il responsabile della struttura ove ci si sta allenando o dove si sta effettuando una competizione). Sul display in ricezione verranno fornite le coordinate per raggiungere l’infortunato e soccorrerlo. Ma quanti di noi sebbene a terra non si curano delle eventuali lesioni o del dolore e portano il loro primo pensiero a dove il quadrupede starà andando e soprattutto a quello che potrebbe combinare o combinarsi? Sarà sempre EquiSure ™ a fornire la posizione del cavallo consentendone una facile individuazione ed il conseguente felice recupero. Inoltre, come tutti i sistemi che si basano sulla tecnologia GPS, EquiSure ™  è in grado di individuare la posizione di cavaliere e cavallo senza che necessariamente sia avvenuto un incidente.
Un toccasana per le ansie insomma, sia per chi monta che per chi resta in attesa, magari in preda alla preoccupazione di un sempre possibile incidente.

© A.B.; riproduzione riservata; foto di copertina e foto all'interno © IM Innov SAS 2017

Condividi:



error: © CavalDonato Communication. All right reserved.