Un nuovo modo di pensare i centri equestri: Oq Horses, soluzioni etologiche

23 ottobre 2017 #BV

In media i cavalli sportivi, impegnati in qualsivoglia disciplina, lavorano circa un'ora al giorno; le rimanenti 23 ore le trascorrono in scuderia. Oltre al lavoro col cavaliere in sella, i cavalli possono fare movimentazione meccanica (giostra o tapis roulant) o lavorare alla corda; i più fortunati dispongono dello svago in paddock per qualche ora. Va da sé che ogni attività che riguarda i cavalli scuderizzati (quelli che vivono in box, sia che si muovano tutti i giorni o una tantum) è per la maggioranza quantitativamente marginale nell'economia complessiva del tempo delle loro giornate. Per questa ragione è fondamentale valutare e gestire al meglio la qualità della loro vita quotidiana: per molti, moltissimi soggetti, su 24 ore, 22 - almeno - vengono trascorse in box: è dunque essenziale valutare come sta il cavallo tutto il giorno, come trascorre le sue giornate in quella che dovrebbe essere la sua "casa", e quindi scegliere la soluzione migliore per il suo benessere.

Una scelta qualitativamente superiore per il benessere della vita quotidiana dei cavalli scuderizzati oggi è possibile: è nato infatti un nuovo modo di pensare i centri equestri. Sulla base delle considerazioni che abbiamo annunciato, è stato sviluppato il primo studio per il miglioramento in chiave etologica delle strutture di scuderia e di maneggio da parte di Oq Horses (www.oqhorses.com), azienda ferrarese con un team di professionisti e di tecnici interamente dedicato alla progettazione di scuderie etologiche. Da troppo tempo infatti il settore delle strutture dedicate ai servizi equestri non viene ripensato in maniera profonda, nonostante i passi avanti fatti nello studio della gestione comportamentale equina. E’ nato così un primo progetto pilota, in provincia di Ferrara, La Prospera Centro Equestre (www.laprosperacentroequestre.it ), inaugurato ai primi di giugno di quest'anno e in grado di ridefinire i parametri del benessere ambientale in scuderia, azione ormai indispensabile ed eticamente dovuta.

I principi applicati in questo nuovo centro nascono dall'unione di conoscenze tecniche e scientifiche d’avanguardia, tramite protocolli di studio e di analisi comportamentale oltre che approfondimenti accademici e di ricerca. Il risultato è un sistema innovativo che considera tanto gli spazi interni di scuderia, quanto quelli esterni: un funzionalissimo ed innovativo connubio tra progettazione del paesaggio e dell’ambiente naturalizzato dove far quotidianamente vivere i cavalli in condizioni il più possibile simili a quelle ideali in natura.

LPCE Scuderia Etologica from Oq horses on Vimeo.

La scuderia diventa di ampio respiro, con l'inserimento di nuovi box brevettati chiamati Big Box©, capaci di maggiori dimensioni, da 25 a 40 mq ciascuno, ad alta visibilità tra i singoli box per permettere interazione visiva costante tra i cavalli ospitati, e con un sistema di aperture laterali tra i box adiacenti che in caso di possibilità garantiscono anche l’interazione tattile tra i soggetti vicini, come nei momenti di grooming reciproco. Indispensabile è l’apertura costante verso l’esterno con finestrature ampie e in alternativa con portali di uscita diretta in paddock dedicati ai singoli cavalli. Il sistema di lettiera vede poi l’applicazione di un brevetto estremamente utile e funzionale, che concede a ciascun cavallo la possibilità di scelta tra due tipi di supporto su cui stare: un elemento morbido e semi-permanente in sabbia di fiume, lavata e priva di polveri e quindi ideale per il decubito, ed un elemento più rigido in gomma antitrauma in grado di dare una alternativa più rigida durante la permanenza in box. Alimentazione e abbeveraggio vengono forniti al di fuori del box sulla corsia centrale, accessibile tramite le grate aperte a tutt’altezza in corrispondenza di fieno ed acqua, costanti e ad libitum durante la giornata.
Estremamente semplice e veloce poi la manutenzione che richiede la metà del tempo rispetto ad un box ordinario di 10 mq, nonostante la dimensione più che tripla, e grazie al brevetto di Oq horses che pone la sabbia su un sistema rialzato e drenante per facilitare il lavaggio automatizzato della superficie sottostante su quattro cicli quotidiani, e non ultimo l’utilizzo di macchine automatiche di pulizia della pavimentazioni. Più tempo quindi per dedicarsi ai cavalli e meno da occupare in riordino e pulizia, con grandi margini migliorativi per la facilità gestionale del centro.
Integrato infine il sistema di progetto dei paddocks esterni nei quali far vivere liberamente i cavalli durante il giorno, pensati come scenari naturalistici che ricreano situazioni libere, non più semplici rettangoli di terreno ma anelli di prato e bosco intervallati da superfici differenti come acqua, pietrisco, tronchi di legno e altre situazioni reperibili in natura, nelle quali cercare cibo, acqua e sali minerali.
Tutto questo porta un duplice beneficio garantito dalle prove sperimentali e dalla ricerca scientifica, ossia una migliore qualità di vita per i cavalli sia in attività che a riposo, e una rapida ripresa dalle situazioni di stress psicofisico dovuto alle competizioni e agli allenamenti per i soggetti impegnati nell’attività agonistica.

CONTATTI:

OQ Horses: info@oqhorses.com

LA PROSPERA CENTRO EQUESTRE Via Piretta Rovere 469, 44012 Bondeno (FE) Info:  info@laprosperacentroequestre.it

© Redaz.;  - riproduzione riservata; foto © OqHorses

 

Condividi:

error: © CavalDonato Communication. All right reserved.